Come registrarsi su Amazon da venditore, senza intoppi

Scritto il da Inga
442 4 min
Introduzione

Come superare le soglie d’ingresso Amazon, senza errori e senza perdere tempo?

Vendere online Come registrarsi su Amazon da venditore, senza intoppi

Solo lo scorso anno (2018), 25000 piccole e medie imprese hanno venduto su Amazon per più di 1 milione di euro. Una cifra che susciterebbe interesse, o per lo meno curiosità, in ogni imprenditore.

Amazon ha però una ricetta vincente (e neanche troppo segreta) per riscuotere tutto questo successo con i suoi clienti finali: prodotti e servizi qualitativamente eccellenti sono prerequisiti fondamentali per poter entrare sulla piattaforma come venditori. E gli standard d’ingresso sono piuttosto alti, anche dal punto di vista burocratico.

L’opzione migliore è sempre quella di rivolgersi a degli specialisti: evitano agli imprenditori e ai loro staff di perdere tempo tra norme e regolamenti, con il rischio comunque di tralasciare qualche passaggio fondamentale e commettere errori che possano rallentare, se non addirittura bloccare, l’ingresso dell’azienda su Amazon.

Di seguito trovi alcuni passaggi indispensabili per avviare la registrazione del tuo marchio su Amazon.

Sai già cosa vuoi vendere?

Vi sono 20 categorie merceologiche a disposizione di tutti, mentre alcune sono riservate solo a specifici rivenditori professionali.

I prodotti delle categorie che richiedono approvazione possono essere aggiunti all’inventario solo se dichiaratamente autorizzati da Amazon. Amazon limita l’accesso a tali categorie per garantire un’elevata qualità dei prodotti e dell’inventario, nonché di altri parametri delle singole categorie. È così che Amazon si guadagna la fiducia dei suoi clienti ed è in grado di soddisfarla ad ogni acquisto, per qualsiasi categoria.

Oltre 20 categorie di prodotto sono comunque aperte a tutti i venditori, senza nessuna approvazione a monte dell’inventario. Alcune di queste categorie prevedono però la vendita solamente di nuovi prodotti; altre hanno invece specifiche linee guida da seguire, sulle quali Amazon potrebbe richiedere ai venditori dei requisiti speciali.

A questo link puoi cercare i tuoi prodotti tra quelli illustrati nella tabella, per sapere se richiedano o meno l’approvazione da parte di Amazon, per verificare eventuali linee guida o requisiti specifici; assicurati di poterli soddisfare.

Sai già quale piano di vendita ti serve?

Amazon ti offre una scelta tra due piani di vendita (Base e Pro). Il piano professionale offre l’opportunità di vendere un numero illimitato di prodotti per un abbonamento mensile di 39 € (escl. IVA). I privati non pagano alcun abbonamento, ma 0,99 € (escl. IVA) per articolo venduto. Sia i venditori professionali che i rivenditori privati devono versare ulteriori commissioni di vendita per ogni articolo venduto.

Una volta completata l’iscrizione si attiverà il tuo abbonamento, facendo partire dunque anche la prima quota mensile. Il piano acquistato può essere cancellato in qualsiasi momento attraverso il proprio profilo, contattando l’Assistenza Amazon.

Resta AggiornatoIscriviti alla nostra Newsletter

A questo link trovi una tabella esaustiva che mostra vantaggi e svantaggi di entrambi i piani di vendita.

Sai già cosa serve per registrarti?

Per poter creare il tuo profilo su Seller Central (il marketplace di Amazon) devi:

  • Inserire una carta di credito o di debito. Assicurati di inserire una carta di credito o di debito valida, non scaduta. Al momento, per vendere su Amazon.it devi avere un conto corrente aperto in Australia, Canada, Hong Kong, India, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Regno Unito, o i uno nei paesi appartenenti all’Area Euro (Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Spagna), ed essere provvisto di codice IBAN. Le carte ricaricabili non sono accettate. È possibile che tu venga contattato qualora fossero necessarie informazioni aggiuntive.
  • Verificare il telefono. Ti verrà richiesto di fornire un numero di telefono valido comprensivo di prefisso internazionale.
  • Fornire dettagli relativi alla registrazione della società. Dovrai specificare la tipologia di società, la forma giuridica e il numero e la data di registrazione al Registro delle Imprese. Ti verrà richiesto anche l’indirizzo della sede operativa come riportato all’atto della registrazione.
  • Fornire informazioni sulla persona di riferimento principale. La Persona di Riferimento Principale è la persona che ha accesso al conto di pagamento Vendita su Amazon, che fornisce le informazioni per la registrazione su indicazione dell’intestatario dell’account (il venditore registrato) e avvia le transazioni, ad esempio versamenti o rimborsi. Le azioni intraprese dal referente vengono considerate come messe in atto dall’intestatario dell’account. Per la persona di riferimento principale dovranno essere fornite le seguenti informazioni: dettagli identificativi (potrai fornire una carta di identità od un passaporto valido), e indirizzo di residenza (in alcuni casi, ti potranno essere chieste una bolletta o un estratto conto per certificarne la validità).
  • Fornire informazioni sul titolare effettivo. In alcuni casi, se si tratta di un’azienda registrata, Amazon può chiedere di fornire delle informazioni relative ai Titolari effettivi, ovvero le persone fisiche proprietarie o in controllo dell’attività attraverso la proprietà diretta o indiretta di una percentuale pari o superiore al 20%-25% delle quote oppure dei diritti di voto, nonché qualsiasi persona fisica che eserciti in altro modo il controllo sulla gestione dell’attività. Per i titolari effettivi dovrai inserire le stesse informazioni richieste per la persona di riferimento principale (di cui sopra).

Altre informazioni

Leggi anche
PMI italiane su Amazon: un successo assicurato
Amazon offre grandi opportunità e una visibilità senza pari alle piccole e…
606 2 min

IVA: Se vendi prodotti in qualsiasi paese dell’Unione Europea, ti verrà richiesto di effettuare l’iscrizione al registro dell’IVA per ogni paese in cui vendi i tuoi prodotti. La decisione su quando procedere alla registrazione ai fini IVA in uno stato membro dell’Unione Europea dipende da una serie di fattori come: il paese in cui ha sede la tua attività, la collocazione del tuo inventario e il tuo livello di vendite.

Cosa posso fare con un numero di partita IVA? Automatizzare la fatturazione con indicazione dell’IVA riscossa dai clienti; richiedere un rimborso delle spese commerciali e dell’IVA pagata al momento dell’importazione della merce nell’UE; compilare dichiarazioni IVA, comunicare l’importo dell’IVA riscossa e richiedere il rimborso dei crediti IVA eventualmente maturati.

NOTA BENE: ciascun venditore Amazon è responsabile della conformità dei suoi prodotti alla normativa IVA.

Garanzia dalla A alla Z

Un programma creato per tutelare il cliente nel caso in cui non riceva il prodotto richiesto o riceva un articolo diverso da quello ordinato o da ciò che si aspettava di ricevere. In questi casi Amazon chiede ai clienti di contattare innanzitutto il venditore, il quale, se non risolve il problema, riceve una e-mail automatica di reclamo direttamente dal reparto Reclami dalla A alla Z di Amazon; ed è sempre Amazon a stabilire le modalità di risoluzione del reclamo del cliente, che potranno includere il rimborso dell’ordine a spese del venditore.

Come ricevere i pagamenti da Amazon

Amazon effettua i versamenti sul conto dei suoi venditori ogni 14 giorni, a patto che il saldo dell’account pagamenti di Vendere su Amazon risulti essere di almeno 1 euro. Il saldo è composto da molteplici fattori, spese, ma anche resi, reclami e rimborsi dei clienti finali. I dati del tuo conto bancario devono essere presenti nel tuo profilo venditore.

Condividi
Commenta con Facebook

Ti è servito questo articolo? Lascia un commento

Inga
Consigliati per te
Amazon per rilanciare il Made in Italy nel mondo https://inga.expert/wp-content/uploads/2020/01/burrata_95419-696.jpg Amazon sta puntando molto sul Made in Italy che da sempre, all'estero, è sinonimo di alta qualità e stile. Ecco perché è uno dei migliori canali per esportare i prodotti delle aziende produttrici del nostro paese.
Il ritorno della tradizione artigianale italiana: Amazon Handmade https://inga.expert/wp-content/uploads/2020/01/amazon-handmade.jpg Trend favorevoli e obiettivi ambiziosi, hanno spinto Amazon a creare una sezione dedicata a prodotti di qualità fatti a mano. Se sei un artigiano, Amazon Handmade può essere un'ottima opportunità per la tua attività. Ecco perché.
La caffetteria di Amazon https://inga.expert/wp-content/uploads/2020/03/chicchi-di-caffe-su-pietra-scura_35641-2978.jpg Tra i mercati più profittevoli del marketplace statunitense, il caffè si presenta come uno dei prodotti top seller per gli utenti, italiani e non.
La cantina di Amazon https://inga.expert/wp-content/uploads/2020/01/2646660.jpg I numeri del mercato vitivinicolo online sono in continuo aumento, tanto da diventare per Amazon una categoria merceologica di grande valore. Ovviamente è l'eccellenza tutta italiana ad essere favorita, vista la posizione di leadership del nostro paese nel mercato internazionale.
Il 2019 di Amazon: dati, statistiche e previsioni https://inga.expert/wp-content/uploads/2020/03/successo-di-crescita-nel-concetto-2020-piano-d-affari-e-aumento-degli-indicatori-positivi-nel-suo-business_52701-36.jpg Questo report, che illustra i dati forniti dalla piattaforma Marketplace Pulse, vuole offrire un'utile panoramica sull'evoluzione del mercato e-commerce nel 2019, nell'ottica di generare spunti vantaggiosi all'elaborazione di strategie commerciali efficaci nel 2020 che, analizzando i dati, non possono prescindere da Amazon.
Italiani, Coronavirus e Amazon: le nuove abitudini https://inga.expert/wp-content/uploads/2020/04/covid-19-e-e-commerce.jpg Le misure che i governi stanno adottando per fermare la pandemia da coronavirus stanno cambiando le nostre abitudini, comprese quelle d’acquisto. Cosa ci aspetta una volta terminata l'emergenza?
ISCAT Media